Cosa le fotografie dicono di noi

Viviamo in un mondo fatto di immagini. Le fotografie scandiscono le nostre giornate e forse non abbiamo mai pensato che queste immagini possano essere uno strumento di consapevolezza e di crescita personale. La fotografia esperienziale nasce da qui e si propone come una disciplina non clinica che invita all’utilizzo di fotografie come veicolo per la riflessione e il cambiamento, un approccio ideato da Davide Susa, dott. in Psicologia Clinico Dinamica e Counselor. Un’attività che si inserisce naturalmente in un percorso di Bodypositive per imparare ad accettare il proprio corpo, cambiare prospettiva e abbracciare l’idea di una bellezza insita in tutto ciò che è semplicemente così come è.

 

LA FOTOGRAFIA ESPERIENZIALE MIGLIORA L’AUTOSTIMA

Nei corsi di Body Positive dedicati alle donne la fotografia è un mezzo di narrazione di sé e del proprio vissuto, facilita la comunicazione, l’autopercezione e l’espressione delle proprie emozioni stimolando i processi creativi. Sono le esperienze di gruppo spesso le più forti e sorprendenti perché diventano uno spazio per migliorare la conoscenza di sé, la propria autostima e le relazioni interpersonali attraverso lo scambio di esperienze personali e l’elaborazione di disagi, paure e difficoltà. In un percorso dedicato al Body Positive, dove viene proposta la fotografia esperienziale, ai partecipanti è richiesto di selezionare, stampare e condividere delle immagini. Si lavora attraverso esercizi individuali o di gruppo sulle percezioni, la condivisione ed il confronto.

 

LA FOTOGRAFIA ESPERENZIALE IN PRATICA

Un esempio pratico è l’esercizio di gruppo “Le mie foto parlano di me!”, un’esperienza di grande confronto e di scoperta grazie a nuovi punti di vista. Ogni partecipante osserva le foto degli altri e individua il messaggio che emerge da tali immagini, rileva la visione fotografica e condivide sensazioni ed emozioni che emergono in lui in uno spazio protetto e non giudicante. Le fotografie possono diventare quindi una richiesta di riconoscimento delle proprie emozioni, uno strumento per esplorare la propria interiorità, aumentare la consapevolezza di sè stessi, attivare cambiamenti positivi e migliorare il proprio benessere.

 

QUANDO AFFRONTARE UN PERCORSO DI BODY POSITIVE (E FOTOGRAFIA ESPERIENZIALE)

Il Body Positive è un percorso per donne guerriere. Ci vuole coraggio per prendersi cura di sé, amare se stesse, superare le proprie insicurezze e la vergogna. Con il Body Positive, e la fotografia esperienziale come strumento, si vuole promuovere un’immagine corporea positiva a prescindere dal peso, dalla conformazione fisica o dalle imperfezioni e offrendo loro gli strumenti migliori per concentrarsi sul proprio benessere e liberare tutta la loro bellezza.
Per questo è importante offrire un supporto concreto alle donne che attraversano un momento di difficoltà, magari dopo periodi di grande trasformazione fisica e mentale come la gravidanza, il post parto e l’allattamento. Lunedì 2 novembre Spazio Incanto ospita l’incontro “Il mio corpo che cambia” con Keti Pertegato, per le donne che vogliono rinnamorarsi del proprio corpo dopo a gravidanza, il parto o l’allattamento. Si comincia alle 18:30, contributo di 15 euro per l’incontro.

 

Foto credits Veronica Mariani

 

VI INTERESSA?

MI ISCRIVO

Scrivete una mail a: info@spazioincanto.it
Oppure chiamate al: +393755532774
(anche WhatsApp)

X
X

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy