La Medicina Coerente

Ci sentiamo sempre dalla parte di chi parla di connessione tra corpo e mente, di visione integrata della persona, di connessione tra discipline diverse. Sara Diani è medico, ricercatrice e docente. Attualmente lavora a Mantova come Omeopata Classica ed esperta in Medicina Integrata ed è autrice del libro Medicina Coerente. Abbiamo deciso di approfondire la sua visione e il suo approccio medico coerente in questa intervista. Ci ha raccontato come ha deciso di andare oltre la medicina tradizionale (senza abbandonarla) e come le persone possono stare meglio a lungo termine.

 

CI SPIEGA, IN PAROLE SEMPLICI, IL SIGNIFICATO DI MEDICINA COERENTE?

Medicina Coerente significa molte cose. Innanzitutto, vuol dire cercare coerenza tra la pratica clinica e la ricerca teorica. Inoltre, si riferisce alla coerenza tra ciò che come medico si indica ai pazienti, e ciò che si sceglie per sé come approccio terapeutico. Esiste anche la coerenza tra corpo e mente, che non sono entità separate ma parte di un tutto che è il nostro organismo. Inoltre, ho cercato di creare modelli teorici coerenti tra loro, che dessero una visione unificata sia del nostro organismo, che delle sue dinamiche tanto nella salute quanto nella malattia. Poter curare in modo logico e coerente, cercando di capire le logiche della vita, garantisce efficacia anche a lungo termine.

 

PERCHÉ HA SENTITO L’ESIGENZA DI ANDARE OLTRE LA MEDICINA CONVENZIONALE? QUALI METODI UTILIZZA?

In realtà è nato tutto in modo abbastanza casuale; non mi convinceva l’approccio universitario, così segmentato e “statico”, e mi hanno presentato l’opportunità di partecipare a un corso di omeopatia classica. Da lì è partito un percorso di studi che è andato molto oltre, in cui ho cercato di conciliare la visione unificata che si trova nell’omeopatia classica con il linguaggio più moderno dei sistemi complessi e della medicina sistemica. Attualmente nella mia pratica clinica mi avvalgo di omeopatia classica, fitoterapia, nutrizione e sostegno psicologico.

 

OGNI INDIVIDUO È UNICO, LA SUA SALUTE ANCHE. COME SI DIFFERENZIA UNA SUA CONSULENZA COME MEDICO?

Innanzitutto, per poter curare in modo individualizzato e preciso serve tempo. Quindi le visite durano circa 45 minuti-un’ora. L’ascolto aperto e partecipato del paziente è il primo passaggio fondamentale per capire sia il problema principale che porta, che il quadro generale. Poi, al di là dell’anamnesi e della parte strettamente clinica, è fondamentale spiegare alla persona il punto di partenza della terapia e il tipo di percorso. Personalmente, pongo molta attenzione nel calibrare la mia prescrizione alle reali necessità e possibilità del paziente. In questo modo, si può attuare un percorso terapeutico partecipato e attivo, vero nucleo del cambiamento. Credo nelle possibilità evolutive per la persona tramite un percorso terapeutico profondo, che talvolta può generare un preciso cambiamento nello stile di vita.

 

NEL SUO LIBRO “MEDICINA COERENTE” PARLA DI FILOSOFIA E FISICA APPLICATA ALLA MEDICINA. CI AIUTA A CAPIRE COME QUESTE DISCIPLINE SI INCROCIANO?

La medicina è imprescindibile dall’approccio filosofico, che ci guida nel capire innanzitutto il nostro ruolo di osservatori. Inoltre, la filosofia è fondamentale per capire i rapporti tra salute e malattia, i confini e le dinamiche della nostra pratica, l’eventuale coinvolgimento della coscienza e della volontà del paziente. In quest’epoca di sfide tecnologiche senza precedenti, avere una guida filosofica e umana in ambito medico è la migliore garanzia per la sicurezza e l’appropriatezza delle proprie azioni terapeutiche.
La fisica è fondamentale perché è in grado di spiegare molti fenomeni a livello organico; siamo un sistema complesso, e quindi rispondiamo alle leggi fisiche che regolano la non linearità, l’organizzazione a rete, la probabilità, la termodinamica. Inoltre, il grande cambiamento avvenuto nella fisica nei primi anni del ‘900 può essere d’ispirazione per molte discipline, tra cui proprio la medicina. Una medicina che utilizza la scienza in chiave umanista credo sia una risorsa veramente preziosa per la salute di tutti.

 

COME POSSIAMO PRENDERCI CURA DEL NOSTRO SISTEMA IMMUNITARIO?

Il sistema immunitario gioca un ruolo fondamentale nelle malattie acute e croniche. Ci sono moltissimi modi per prenderci cura di lui e delle sue attività, che devono essere bilanciate e appropriate a seconda dello stimolo. Si può agire sia a livello di stile di vita, tramite l’alimentazione, il sonno, le attività fisiche, che a livello profondo su tutto il nostro sistema complesso, ovvero su tutto l’organismo. I cambiamenti di stile di vita che eventualmente propongo sono molto precisi; non c’è una ricetta corretta per tutti, ma è importante calibrare bene la proposta in base agli obiettivi e alle necessità terapeutiche che porta la singola persona.

 

VIENI A CONOSCERCI

Scrivete una mail a: info@spazioincanto.it
Oppure chiamate al: +393755532774
(anche WhatsApp)

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy